Liberi di scegliere


Marco Lo Bianco è un giudice dei minori. Lavora in Calabria e ha un sogno: strappare i ragazzi alla ‘ndrangheta. È la viglia di Natale, quando Giovanni Tripodi lo avvicina e gli chiede di cambiare vita. Si danno appuntamento dopo le feste così il ragazzo potrà stare un’ultima volta con la sua famiglia e il giudice avrà il tempo di trovargli un lavoro e una casa, lontano dalla Calabria. Poche ore di attesa, ma fatali. Quella stessa notte Giovanni, per proteggere il padre latitante, accoltella un carabiniere. Per lui non si aprono le porte della libertà, ma quelle del carcere. L’arresto di Giovanni non segna solo le speranze di Lo Bianco, ma anche la vita di un bambino: Domenico Tripodi ha sette anni e Giovanni è suo fratello. Adesso deve crescere in fretta, è lui l’erede. È solo un bambino, ma non può tirarsi indietro, non può dire che ha paura. Non è previsto. Passano dieci anni. Domenico è pronto per diventare un capo e il giudice Lo Bianco è ancora al suo posto. Giorno dopo giorno ha visto sedersi nella stessa aula di tribunale i ragazzi delle più importanti famiglie mafiose della provincia di Reggio. E ha capito una cosa. Che la ‘ndrangheta non si sceglie, si eredita.

Ed è così che si ritrova davanti anche l’ultimo componente della famiglia Tripodi e decide che Domenico non farà la stessa fine di suo fratello. Con una scelta che non ha precedenti, dispone l’allontanamento del ragazzo dalla Calabria e il decadimento della responsabilità genitoriale.Con l’aiuto di un’assistente sociale e di uno psicologo, Enrico, si inventa, giorno per giorno, un percorso per Domenico che gli faccia capire che fino a quel momento ha vissuto in un mondo capovolto, in cui commettere reati era normale e il futuro poteva avere un solo colore.

Inizia una strada difficile che costringerà tutti ad abbandonare le proprie certezze. Lo Bianco e i suoi assistenti dovranno imparare a rispettare i sentimenti di nuclei familiari che hanno considerato sempre e solo come cosche criminali, Domenico e Teresa impareranno che esiste anche un futuro diverso, in cui puoi essere, finalmente, libero di scegliere.

Marco Lo Bianco è un giudice dei minori. Lavora in Calabria e ha un sogno: strappare i ragazzi alla ‘ndrangheta. È la viglia di Natale, quando Giovanni Tripodi lo avvicina e gli chiede di cambiare vita. Si danno appuntamento dopo le feste così il ragazzo potrà stare un’ultima volta con la sua famiglia e il giudice avrà il tempo di trovargli un lavoro e una casa, lontano dalla Calabria. Poche ore di attesa, ma fatali. Quella stessa notte Giovanni, per proteggere il padre latitante, accoltella un carabiniere. Per lui non si aprono le porte della libertà, ma quelle del carcere. L’arresto di Giovanni non segna solo le speranze di Lo Bianco, ma anche la vita di un bambino: Domenico Tripodi ha sette anni e Giovanni è suo fratello. Adesso deve crescere in fretta, è lui l’erede. È solo un bambino, ma non può tirarsi indietro, non può dire che ha paura. Non è previsto. Passano dieci anni. Domenico è pronto per diventare un capo e il giudice Lo Bianco è ancora al suo posto. Giorno dopo giorno ha visto sedersi nella stessa aula di tribunale i ragazzi delle più importanti famiglie mafiose della provincia di Reggio. E ha capito una cosa. Che la ‘ndrangheta non si sceglie, si eredita.

Ed è così che si ritrova davanti anche l’ultimo componente della famiglia Tripodi e decide che Domenico non farà la stessa fine di suo fratello. Con una scelta che non ha precedenti, dispone l’allontanamento del ragazzo dalla Calabria e il decadimento della responsabilità genitoriale.Con l’aiuto di un’assistente sociale e di uno psicologo, Enrico, si inventa, giorno per giorno, un percorso per Domenico che gli faccia capire che fino a quel momento ha vissuto in un mondo capovolto, in cui commettere reati era normale e il futuro poteva avere un solo colore.

Inizia una strada difficile che costringerà tutti ad abbandonare le proprie certezze. Lo Bianco e i suoi assistenti dovranno imparare a rispettare i sentimenti di nuclei familiari che hanno considerato sempre e solo come cosche criminali, Domenico e Teresa impareranno che esiste anche un futuro diverso, in cui puoi essere, finalmente, libero di scegliere.

Regia Giacomo Campiotti
Cast Alessandro Preziosi, Nicole Grimaudo, Carmine Buschini, Federica Sabatini
Genere DRAMMATICO
Data di uscita 2019
Supporto Dvd
N.dischi 1
Durata 100'
Lingua Italiano
Sottotitoli Italiano per non udenti
Supporto Dvd
Contenuti Speciali Backstage; Galleria fotografica
12